NEWS:27/10/2003

- Il manifesto dell'assemblea -

Relazione assemblea pubblica viversani a Venezia del 27 ottobre 2003:

- La riunione si Ŕ svolta davanti ad oltre100 persone e rappresentanti delle categorie economiche Lidensi una buona presenza anche se gli organizzatori si aspettavano qualcosa di pi¨.

L'assemblea ha chiarito i seguenti punti:

1) L'ospedale al Mare Ŕ stato chiuso senza che fossero aperti gli ospedali di distretto come prevedono le schede regionali; i posti al San Camillo non rappresentano un Ospedale di distretto (non esiste un numero sufficiente di posti letto).

2) I due posti di terapia sub-intensiva sono stati tolti, perchŔ a giudizio del Direttore Generale Padoan costavano troppo.

3) Mercoledi 29 Ottobre ci sarÓ la discussione al TAR del Ricorso presentato dall'Associazione Viversani: il ricorso ha lo scopo:

a) di evitare l'unificazione effettuata dalla Regione degli ospedali di Venezia e di Mestre, in un unico ospedale definito di Venezia-Mestre.

b) Chiedere il rispristino dell'Ospedale al mare ad indirizzo medico riabilitativo.


- La Presidente dell'associazione ha ricordato come il centralino dell'ULSS non comunicava la possibilitÓ di recarsi, per le specialitÓ presenti nel monoblocco, nelle strutture del Lido; in tal modo Ŕ stato facile dimostrare, al Direttore dell'ULSS che le strutture stesse non erano utilizzate.

- Durante l'assemblea si Ŕ confermato che, attualmente, la lotta si Ŕ spostata sul mantenimento dell'Ospedale Civile in quanto Ŕ intenzione della Regione, dell'ULSS e del Comune costruire una mega struttura a Zelarino, che dovrÓ essere anche il nuovo Ospedale dei Veneziani.

- Per questa Struttura della quale pi¨ di qualcuno ha manifestato seri dubbi sulla effettiva utilitÓ, saranno spesi oltre 400 miliardi delle vecchie Lire (tra l'altro Sorgerebbe a Zelarino, dove, nell'ambito di 15 minuti esistono altri 7 ospedali).

- Numerosi gli interventi, molti dei quali a favore della divisione amministrativa.

- Un consigliere comunale mestrino Ŕ intervenuto parlando dei problemi di Mestre, le proteste dell'Assemblea gli hanno impedito di continuare.


LIDENSI VOTATE SI NON FATEVI PRENDERE IN GIRO DAI POLITICI MESTRINI


Venezia SI Libera